Multipotenzialità e Multipotentiality

Cosa è la multipotenzialità: la multipotentiality

Multipotenziali Commenti (0)

Partiamo dalle origini della multipotenzialità.

Come vi avevo anticipato nel precedente post di approfondimento, la parola multipotenzialità è stata tradotta dall’inglese multipotentiality.

 

Il primo a parlarne nel 1972 è stato R. H. Frederickson il quale ha definito multipotentialed person “una persona che quando si trova in contesti appropriati, può selezionare e sviluppare una serie di competenze ad alto livello”.

A partire da ciò, alcune ricerche hanno sottolineato che i multipotenziali hanno spesso una forte curiosità e sviluppate capacità cognitive. Queste doti determinano la loro originalità e flessibilità di pensiero e azione.

Ovviamente, come sottolinea anche R. H. Frederickson, per essere uno specialista ed eccellere in un campo – una scienza, uno sport o un’arte come la musica – è necessario dedicarsi completamente a quella e limitare lo sviluppo di altre capacità, abilità e passioni.

Come si possono usare invece doti e capacità molteplici? Come riuscire a sviluppare più competenze e dedicarsi con buoni risultati a più attività e lavori e realizzarsi quindi come multipotentialed person?

Infatti, è evidente il limite temporale: i giorni, i mesi e la vita di una persona non sono infiniti. Pertanto si devono fare delle scelte, sapersi muovere tra i propri interessi e costruire il proprio percorso di vita anche professionale.

Sin da questa iniziale promessa negli anni Settanta si delineano alcuni punti focali della riflessione sulla multipotenzialità che saranno alla base degli studi futuri. Li riassumo brevemente:

  • L’importanza del contesto.
  • L’idea che il multipotenziale sviluppi più competenze ad alto livello.
  • Il valore della curiosità.
  • L’importanza dell’espressione artistica e della creatività in vari campi.
  • I limiti temporali
  • I limiti spaziali, ovvero: fin dove e quanto ci si può espandere in competenze senza perdere l’eccellenza in uno o più campi?

Fatemi sapere quali punti ritenete più importanti e sui quali è necessario riflettere. Ovviamente potete fare riferimento a esperienze personali: sono importantissime quando si parla di multipotenzialità.

Ho approfondito alcuni di questi temi e problematiche nel mio libro Multipotenziali, concentrandomi soprattutto al mondo del lavoro e sulla carriera.

Nel prossimo post continuerò a parlare di multipotentiality presentando delle teorie diffuse negli anni Novanta.

 

 

» Multipotenziali » Cosa è la multipotenzialità: la...
Scritto il 10 aprile 2018
Scritto da
, , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×
×