identità multipotenziale

La multipotenzialità non è un club

Multipotenziali, Multipotenzialità Commenti (0)

Online ci sono forum, gruppi social, community dove parlare di multipotenzialità. Tutto questo è davvero bellissimo, ma non deve far “chiudere” i multipotenziali in un circolo. Altrimenti che multipotenziali sarebbero?

È vero: in questi ambienti virtuali si conoscono molte persone, nascono confronti molto stimolanti e magari delle buone amicizie non virtuali. Ma per realizzarsi come multipotenziale è anche necessario un continuo confronto con chi non sostiene – e magari non riconosce – la multipotenzialità.
 

Niente di esclusivo

Alcune persone considerano la multipotenzialità come di un modo per “sentirsi fighi”. Anche noi multipotenziali, a volte, ci descriviamo come “esclusivi” e “migliori”. Ci sentiamo “supereroi” per i tanti interessi, talenti e la vasta cultura, ma cosa succede quando ci confrontiamo con la quotidianità e bisogna far funzionare la nostra molteplicità? Perché in questo confronto è il grande valore della multipotenzialità, e non nell’affermare una incompresa specialità.

Purtroppo non basta desiderare o vantare un percorso formativo e professionale molteplice per far parte di un gruppo di persone speciali.

A volte leggiamo nomi importanti definiti a posteriori come multipotenziali, ma sappiamo che questi accostamenti sono fuorvianti. Certo, ci sentiamo in buona compagnia tra i grandi nomi dell’antichità, dell’epoca moderna e contemporanea, ma forse questo serve più alla nostra autostima che alla nostra multipotenzialità.
 

Che lavoro fai?

Sappiamo quanto possa essere limitante per un multipotenziale rispondere a questa domanda usando una etichetta professionale. Allo stesso modo dobbiamo essere consapevoli che definirsi multipotenziale non è un modo per eludere la domanda.

Dobbiamo mettere al centro della nostra multipotenzialità la costruzione della professionalità e della carriera, senza rifugiarci in una etichetta.
 

La multipotenzialità non è un clubClick To Tweet

 
Noi che ci definiamo multipotenziali amiamo molto chiacchierare e confrontarci sulle nostre esperienze. Crescendo scopriamo nuovi e stimolanti percorsi utili alla nostra realizzazione e non a farci entrare in un club esclusivo. Una tessera d’iscrizione non ci farà mai realizzare come multipotenziali!

In questi anni ho imparato che ci si realizza come multipotenziale attraverso il confronto con la molteplicità delle attività e delle persone. In questo modo possiamo conoscerci e ri-conoscerci come multipotenziali senza soffermarci troppo sull’etichetta. Perché nella multipotenzialità non c’è nessuna selezione all’ingresso.
 
———-
 
Tu cosa hai imparato? In che modo stai realizzando la tua multipotenzialità?

 

 

 

» Multipotenziali, Multipotenzialità » La multipotenzialità non è un...
Scritto il 27 novembre 2018
Scritto da
, , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×
×