Qualità dei multipotenziali

Altre 5 qualità dei multipotenziali

Multipotenziali, Multipotenzialità Commenti (0)

Completiamo la sintesi delle nostre qualità.

I lettori del blog mi hanno suggerito altre caratteristiche di chi è multipotenziale.

Dopo l’articolo di qualche settimana fa, il dibattito tra multipotenziali è continuato sui social network. Insieme abbiamo individuato altri aggettivi e modi di essere tipici della personalità multipotenziale.

Ti consiglio di leggere prima il precedente articolo, così da avere un quadro completo. Lo trovi al link qui sotto.

 

Come sono i multipotenziali: 5 caratteristiche è la prima parte di questo articolo

 

Vediamo insieme altre 5 qualità:

Divergenti

Il multipotenziale non si adatta a un approccio convergente. Chi è convergente segue una serie di passaggi prestabiliti per arrivare a un punto finale, a un obiettivo. Si tratta di seguire – per quanto brillantemente – un percorso già strandardizzato. In opposizione, il multipotenziale segue un approccio divergente, ovvero segue un proprio originale percorso che si diversifica nel tempo da tutti gli altri che hanno una base, un punto di partenza comune. È una caratteristica molto importante e che ci aiuta a comprendere meglio come si costruiscono le carriere multipotenziali.
I multipotenziali-tipo che vi ho presentato nel mio libro (Francesco e Luca, nel capitolo Chi sono i multipotenziali?) iniziano la loro carriera da uno stesso punto – la laurea in Storia medievale – ma ben presto divergono dal percorso tracciato – continuare gli studi o fare ricerca in ambito accademico, insegnare, … – e seguono le proprie carriere multipotenziali.
Alcuni membri del gruppo Facebook Multipotenziale hanno giustamente sottolineato come il pensiero divergente stimoli nuovi percorsi di pensiero e approcci. Ciò significa vedere le cose da altre prospettive, risolvere i problemi analizzandoli in maniera diversa dal solito, farsi nuove domande in grado di aprire ulteriori orizzonti. Quindi nuovi campi di ricerca, nuovi prodotti, nuovi mercati.

Adattabili

Considero l’adattabilità una delle qualità alla base del futuro della multipotenzialità. Anche Emilie Wapnick sottolinea il valore di questa caratteristica positiva.
Non mi riferisco alla capacità di adattarsi a condizioni precarie o di insufficienza, ma a nuovi ambienti di lavoro, a nuovi campi scientifici e operativi. Oppure a cambiamenti di settore, azienda, condizioni, team. Si tratta quindi di una qualità moderna molto importante in ambito lavorativo. Sappiamo infatti quanto oggi sia frequente dover cambiare ruolo e mansioni all’interno di un’azienda o dover rivedere la propria professionalità e le relative competenze.
Inoltre bisogna tener presente che un multipotenziale è un soggetto di intersezione tra più professionisti specializzati. Questo gli permette di conoscere – anche se non in maniera approfondita – più linguaggi tecnici e sapersi relazionare con più soggetti interni ed esterni all’azienda.

Camaleontici

Questo aggettivo mi piace molto e devo ringraziare i membri del gruppo Multipotenziale perché non l’avevo mai usato prima d’ora per parlare di multipotenzialità.
I camaleonti sono dei rettili che, tra le altre caratteristiche, hanno quella di possedere una pelle che può cambiare colore sotto l’influenza di variate condizioni esterne come luce o temperatura.
Per similitudine, i multipotenziali sono in grado di cambiare vestito e adattarsi a nuove situazioni e a nuovi ambiti professionali. L’essere camaleontico è quindi connesso con l’adattabilità di cui abbiamo parlato nel paragrafo precedente.
Nella nostra lingua, l’aggettivo “camaleontico” ha anche un’accezione negativa, evidenziando la mutevolezza e l’opportunismo di una persona che cambia facilmente opinione a seconda delle circostanze. Questo aspetto non riguarda i multipotenziali, che però sono a loro modo altamente mutevoli.
Questa caratteristica può avere un aspetto negativo: cambiando spesso il proprio vestito non si riesce a costruire una carriera multipotenziale, ma solo tanti frammenti di professionalità mancate.

In movimento

Mi piace molto questa immagine! La propongo quando parlo di multipotenzialità perché la considero molto efficace. Ripeto sempre che i multipotenziali sentono fortemente l’esigenza di spostarsi ed è in questo movimento che si differenziano. Infatti, ognuno di sposta con tempi e modalità proprie, seguendo un originale percorso di studi e professionale fatto di più attività, competenze, lavori e carriere.
Perché si muovono? Perché un multipotenziale, per sua natura, non può scegliere una carriera preconfezionata e seguire una sola strada. Il movimento che compie è quindi caratterizzato dalla molteplicità e dalla varietà.
È molto importante che sia consapevole di questo movimento e delle proprie scelte e non si lasci trascinare da spostamenti privi di senso. Come abbiamo visto nell’approfondimento dedicato a Barbara Kerr, il pericolo è quello di perdere tempo spostandosi da uno studio a un altro, da una carriera a un’altra, senza in realtà sceglierne nessuna.

Ricercatori-esploratori

Anche queste due caratteristiche sono state proposte dai membri del gruppo. Qui le ho presentate insieme perché sono complementari.
Abbiamo detto che i multipotenziali sono in movimento e che non si tratta di una attività fine a se stessa: sono alla ricerca di qualcosa. E per un multipotenziale la ricerca non segue mai una strada già battuta da altri. Si tratta quindi di una ricerca esplorativa, volta alla scoperta di nuovi campi del sapere, nuove materie, altri lavori e le relative abilità. Alcuni di loro amano sentirsi degli eterni principianti, ad altri sembra di essere sempre in una startup.

Quest’ultimo aspetto è molto interessante e presto gli dedicherò un articolo a parte.

Se avete idee a riguardo scrivetemi nei commenti, su Facebook o in privato.

 

Visualizza la presentazione su Slideshare

 
 
 

» Multipotenziali, Multipotenzialità » Altre 5 qualità dei multipotenziali
Scritto il 2 maggio 2018
Scritto da
, , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×
×