multipotenziali

Tirare le somme a fine anno

Multipotenziali, Multipotenzialità Commenti (0)

Senza dubbio questo 2018 è stato l’anno più importante per la multipotenzialità in Italia. Molti blogger ne hanno parlato, sono nate community, sono stati pubblicati libri sull’argomento. Ci sono voluti quasi due anni per coltivare il Ted talk di Emilie Wapnick e quindi far maturare il concetto di multipotenzialità.

Di solito a fine anno si tirano le somme. Nonostante i multipotenziali abbiano sempre lo sguardo rivolto a nuovi interessi e progetti, hanno bisogno di fermarsi a riflettere sul valore e punti focali di questa ricerca. Quindi hanno spesso bisogno di fare un resoconto.

Quest’anno ho scelto un modo particolare per “tirare le somme”: ho scritto una definizione di multipotenzialità.

Sì, lo so, probabilmente ne hai lette diverse. In tutte quelle che ho letto mi è sembrato mancasse sempre qualche elemento utile a completare il quadro. Per questo ho voluto scrivere personalmente una definizione.

Ho scelto di pubblicare la definizione sul blog Lavoro ben fatto de Il Sole 24 Ore, il ricchissimo blog del sociologo Vincenzo Moretti che ha ideato il Dizionario del lavoro ben fatto, un dizionario aperto dedicato al lavoro.

Riporto la definizione in questo articolo, così mi puoi dire subito cosa ne pensi. Anzi, scrivi la tua definizione di multipotenzialità. Sicuramente emergeranno spunti diversi dalle definizioni che hai letto finora.

 

Educazione, formazione, lavoro, carriera, identità professionale. Storia, psicologia, sociologia. Talento, opportunità, realizzazione professionale. “Multipotenzialità” è una parola che nasce in ambito educativo ed è impossibile comprenderla senza fare rifermento a un uomo che sceglie, cerca la sua strada, si realizza. E quindi senza considerare il contesto economico, culturale, sociale nel quale egli si muove e nel quale lavora.
La multipotenzialità è l’essenza di chi si realizza in più percorsi professionali, di chi accosta e ravviva competenze e talenti, di chi sceglie una identità professionale complessa. Un multipotenziale non si accontenta di percorsi giù tracciati, è divergente e si muove in più direzioni e con ritmi diversi. Fa incontrare tecniche, segue più discipline.
La carriera di un multipotenziale è un pezzo unico, costruito nel tempo, modellato su una ricerca continua fatta di passioni, stimoli e progetti. La multipotenzialità è un approccio al lavoro e alla costruzione della propria carriera basato sulla molteplicità.

 

Pubblicala qui sotto nei commenti o sui social, mi piacerebbe un confronto sui molti modi di definire la multipotenzialità.
Inoltre questo mi sembra davvero un ottimo modo per tirare le somme di fine anno.

Ti auguro buone feste e … tante potenzialità;)

 

 

» Multipotenziali, Multipotenzialità » Tirare le somme a fine...
Scritto il 21 Dicembre 2018
Scritto da
, , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×
×