Pensiero laterale

Valorizza le tue attività laterali

Lavoro e carriera, Multipotenzialità Commenti (0)

 

Le persone, quando vanno al lavoro, a volte lasciano parti di se stesse nel bagagliaio dell’auto.

 

Questa frase è stata pronunciata da Harry L. Davis in occasione di un discorso all’Università di Chicago. L’ho trovata per caso, navigando in rete, pochi giorni prima che il mio libro Multipotenziali andasse in stampa. Stavo scegliendo un’epigrafe per il libro e quando ho letto questa frase ho subito capito di aver trovato quella giusta.

Non so se Davis sia un multipotenziale o se si definisca tale. Magari non ha mai incontrato questa parola oppure non la trova utile o efficace. Ma con l’immagine del bagagliaio chiuso ha rappresentato al meglio cosa non dovremmo mai fare.

Apriamo il bagagliaio!

Non dobbiamo nascondere e nasconderci le parti di noi che hanno un grande valore: i nostri talenti e le nostre capacità, comprovate o potenziali, che dobbiamo far crescere e sviluppare.
Magari sono le attività che svolgiamo nel weekend, quando andiamo fuori città, oppure che ci tengono occupati la sera dopo aver cenato. Non importa che siano nel bagagliaio, in un baule o in un cassetto: il rischio è quello di tenerle al chiuso, di non viverle consapevolmente e di non lasciare che incontrino il nostro percorso professionale. Se stiamo facendo questo, stiamo sbagliando!

Le attività laterali

Si parla molto di pensiero laterale (lateral thinking), ovvero la capacità intuitiva utile a scardinare le certezze di un pensiero logico e lineare creando nuovi spunti, nuovi collegamenti e nuove idee. E anche nuove soluzioni e opportunità. Il massimo teorizzatore del pensiero laterale è Edward de Bono.

Spesso però si dimentica quanto siano importanti anche le attività laterali, ovvero tutte quelle attività e lavori che progettiamo e portiamo avanti nel corso della vita insieme alle attività professionali ritenute principali.

Sono sicuro che molti di voi hanno almeno un’attività laterale molto gratificante, magari faticosa ma che vi fa sentire realizzati. Io ad esempio sono un impiegato, ma da diversi anni sono anche uno scrittore e un libraio.
Forse tu sei un professionista e hai il tuo lavoro, ma nel weekend ti trasformi in un ottimo cuoco aiutando tua moglie nel suo agriturismo. E ciò ti completa, ti fa sentire realizzato. Oppure sei un’attrice teatrale dalle ottime doti comunicative, ma questo non viene fuori nel tuo lavoro in ufficio: ti senti costretta a lasciare le tue capacità nel bagagliaio dell’auto.

La frase in epigrafe è rivolta anche ai leader, a chi si occupa di formazione e risorse umane e in generale a tutti quelli che possono dare e costruire opportunità.

 

Attività laterali e multipotenzialità

Il valore delle attività laterali è un importante aspetto della multipotenzialità. Come sappiamo, i multipotenziali si realizzano anche grazie a un percorso professionale molteplice, fatto di più attività e lavori anche diversi tra loro.

Come sostengo nel mio libro sull’argomento, per una migliore valorizzazione della multipotenzialità e delle nostre varie attività è necessario trovare un equilibrio tra queste dando a ognuna un ruolo e un valore. Considerando che le attività, i loro ruoli e la loro importanza sono mutevoli nel corso della nostra vita.

Le attività laterali sono delle risorse molto importanti perché:

  • Ci fanno sentire più completi.
  • Ci permettono di sviluppare capacità e talenti che sentiamo nostri.
  • Ci fanno annoiare meno o ci aiutano a sopportare meglio un lavoro che magari non ci piace ma che non possiamo lasciare.
  • Ci aiutano a conoscerci meglio e a conoscere meglio gli altri.
  • Ci rendono più empatici e aperti al confronto.

Hanno inoltre un ruolo molto rilevante in ambito professionale e nella costruzione della carriera:

  • Ci permettono di acquisire competenze che possiamo usare altrove, in altri contesti lavorativi, magari anche nel nostro lavoro principale. Un impiegato può rivelarsi un promotore più brillante di chi si occupa di comunicazione e marketing. Basta metterlo alla prova!
  • Le attività laterali possono essere dei veri percorsi professionali. In una fase iniziale e di sviluppo affiancano quello principale, ma in seguito possono avere un ruolo preponderante nella nostra carriera. Questo è un modo di valorizzare la propria multipotenzialità.

Non lasciamo che i nostri talenti e le nostre capacità restino al chiuso. Portiamoli con noi e facciamoli crescere.

 

Il prossimo 12 luglio a Roma ci sarà un evento dedicato alla multipotenzialità. Sarà un’ottima occasione per confrontarci 😉 

È stato davvero un evento importante! In questo post racconto come è andata.

Qui invece puoi iniziare a leggere il libro Multipotenziali. Chi sono e come cambieranno il mondo del lavoro.

 

Tu come stai valorizzando le tue attività laterali e la tua multipotenzialità?

 

multipotenziali

 

 

 

» Lavoro e carriera, Multipotenzialità » Valorizza le tue attività laterali
Scritto il 6 luglio 2018
Scritto da
, , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×
×